Templates by BIGtheme NET
Home / Guide e consigli / Macchina caffè per il bar, cosa bisogna sapere

Macchina caffè per il bar, cosa bisogna sapere

Macchina caffè espresso per il bar

Chi più dei baristi e gestori di attività ristorative ha bisogno di capire perfettamente cosa considerare quando si acquista una macchina da caffè?

Bene, se fate parte di questa categoria, e sopratutto se la vostra necessità è quella di acquistare una macchina da caffè per il vostro bar che sia perfettamente efficiente e congeniale siete nel posto giusto. Grazie alla nostra esperienza e al nostro know how vi guideremo passo passo alla scelta consapevole della macchina da caffè ideale per il vostro bar.

Le macchine del caffè per il bar non sono poi così diverse da quelle utilizzate in ambiente domestico: la differenza più importante è ovviamente la grandezza e la capacità.

Anche in questo caso dunque la macchina è costituita da una caldaia contenente acqua bollente; cosa accade nel momento in cui premiamo il pulsante? Semplicemente una parte dell’acqua della caldaia, dopo una pre-infusione, viene posta sotto la forza della pompa elettrica che le permette così di attraversare il caffè e di estrarre tutti i suoi aromi e i suoi profumi.

Ricapitolando quindi, la macchina per il caffè di ogni bar è composta da:

  • Caldaia, fatta in rame, ottone o acciaio. È necessaria per riscaldare e mantenere la temperatura dell’acqua.
  • Pompa elettrica: preme l’acqua nel caffè grazie ad una pressione di 9 atmosfere.
  • Manometro: indica la pressione per l’estrazione.
  • Il gruppo, composto dal braccio dove inserire il caffè e il porta filtro che ospita il caffè macinato e pressato.

Macchina da caffè per bar: guida alla scelta e principali produttori

La macchina del caffè per il bar è una spesa davvero importante. È un investimento economico di una certa entità e inoltre la sua qualità potrà cambiare in meglio o in peggio le sorti dell’attività stessa. Per tutti questi motivi, quando si deve acquistare una macchina del caffè per un bar la fretta e l’imprecisione devono essere eliminate e dimenticate.

A quale azienda dunque affidarsi per un acquisto così importante? Oggi vi aiuteremo nel rispondere a questa complessa domanda.

Ecco alcuni dei migliori produttori di macchine del caffè per bar, e quindi professionali:

  • Cimbali: questa marca è una delle più utilizzate all’interno dei bar, questo perché offre sempre materiali di alta qualità. Non vende solo macchine per il caffè, ma anche tutti gli accessori necessari comunque all’attività: il macinadosatore, di un’importanza fondamentale per la riuscita della bevanda; e la miscela stessa.
  • Faema: Molto amate da tutti i baristi sono anche le macchine per il caffè Faema, che propongono diverse tipologie di strumenti: tradizionali, superautomatiche, macinadosatori e altri accessori. Le macchine tradizionali sono quelle che partono dall’utilizzo del caffè in chicchi tostati e macinati; e solitamente sono quelle che si trovano maggiormente nelle migliori caffetterie. A volte la tradizione è infatti migliore del progresso.
  • Wega: nasce nel 1985 proprio con l’obbiettivo di produrre macchine per il caffè professionali e di alta qualità. Prima raggiunge una rapida espansione in Italia, e poi raggiunge addirittura gli Stati Uniti. Una delle migliori caratteristiche di Wega è la forte attenzione verso il cliente; il suo servizio assistenza è infatti infallibile.
  • Astoria: è uno dei più importanti non solo in Italia, ma in tutto il mondo. Ogni anno produce oltre 30.000 macchine che vengono poi esportate in tutti e cinque i continenti, più precisamente in 130 paesi. Il marchio Astoria fornisce inoltre molta importanza anche all’aspetto ecologico, progettando così macchine il più possibile ecosostenibili.

L’opportunità del comodato d’uso

Quando un bar non ha la possibilità economica di investire subito un’importante cifra per la macchina del caffè professionale, allora può scegliere un’altra strada, quella conosciuta con il termine “comodato d’uso”. Cos’è il comodato d’uso? Semplicemente un marchio fornisce la macchina del caffè ad un’attività in maniera completamente gratuita per un tot di anni, ma il proprietario del bar deve obbligatoriamente acquistare il caffè sempre da quel marchio.

E per quanto riguarda il caffè? Quale miscele e quali tipologie di caffè sono perfette per questi macchinari? Quali sono i produttori più gettonati dai bar?

Un ottimo marchio è innanzitutto quello della marca Danesi, caratterizzato da un sapore amaro non troppo intenso e da un leggero gusto di mandorle e cioccolato. Rispetto alla Danesi abbiamo però trovato marche effettivamente migliori, ad esempio la famosissima marca Illy. Quest’ultimo presenta un leggero aroma di agrumi e il gusto acidulo dei tipici caffè etiopi, il corpo è però purtroppo un po’ scarso.

Infine un’ultima marca che ci sentiamo di consigliare è quella della Milani, prodotta da una torrefazione comasca. Questo caffè ha un’ottima cremosità e persistenza. Anche il gusto amarognolo e acido sono al punto giusto. Unica nota dolente la scarsa presenza di aromi.

Ma d’altronde trovare un caffè davvero perfetto è spesso un’impresa impossibile, soprattutto perché entrano in gioco i gusti personali.

Infine l’ultimo strumento a cui dover collegare la vostra macchina del caffè, sempre per produrre una bevanda apprezzata, è il macinacaffe. Quest’ultimo permette appunto di macerare in autonomia i chicchi di caffè, raggiungendo così una qualità sicuramente maggiore a quelli già venduti in polvere.

Chi beve il caffè espresso dovrà ovviamente macinare i chicchi più finemente. Questo strumento dovrà quindi permettere assolutamente di regolare il grado di macinatura. Ricordatevi che i peggior nemici del caffè sono ossigeno, calore e luce.

Ovviamente il totale non contatto con questi elementi non si può evitare dunque macinate il caffè solo nel momento in cui dovete prepararne uno.

   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *